L’Osservatorio Immobiliare della Città di Torino - OICT ha operato, per più di vent’anni, come struttura per il monitoraggio e l’analisi del mercato immobiliare.

L’attività dell’OICT è stata sviluppata grazie a numerose forme di collaborazione avute, negli anni, tra il Dipartimento di Architettura e Design, la Città di Torino e la Camera di commercio industria artigianato e agricoltura di Torino, di volta in volta formalizzate attraverso specifici accordi/convenzioni/protocolli di intesa.

L’OICT è stato generato dall’esperienza maturata nell’individuazione di una metodologia per la definizione delle Microzone censuarie di Torino - approvate dal Consiglio Comunale della Città nel 1999 - e nel successivo lavoro d’identificazione dei loro confini, secondo i disposti del DPR 138/1998 e del successivo Regolamento del Ministero delle Finanze. L’OICT ha operato con obiettivi che superano le finalità strettamente fiscali in base alle quali è stato costituito, per sollecitare l’interesse di tutti i soggetti pubblici e privati interessati ad una maggiore trasparenza del mercato. Si è avvalso di un Sistema Informativo Territoriale organizzato in banche dati, progressivamente integrato e ampliato anche in ottica di interoperabilità, come strumento cardine di conoscenza, monitoraggio e analisi delle dinamiche, della struttura, delle caratteristiche del mercato immobiliare, a supporto delle attività di gestione e pianificazione del territorio e dei servizi, rispondendo alle esigenze di conoscenza espresse dagli operatori del settore.

L’attività “ordinaria” dell’OICT ha riguardato principalmente:

  • il monitoraggio dell’attività edilizia e dei valori immobiliari nelle 40 Microzone censuarie della città di Torino
  • la gestione e implementazione del Sistema Informativo Geografico organizzato in banche dati e la verifica dell'effettiva fattibilità di integrazione con altre banche dati, in ottica di interoperabilità
  • la rilevazione e controllo della qualità dei dati e della bontà dei campioni (“Processo qualità”)
  • la produzione di elaborazioni e analisi statistiche dei dati
  • la definizione e applicazione di metodologie e approcci finalizzati allo studio delle dinamiche di mercato.

A fianco, si sono negli anni sviluppati “studi specifici” fra i quali si citano, dato il contenuto scientifico-metodologico e considerate le connessioni con il processo di revisione degli estimi e le ricadute su specifiche attività della Città di Torino:

  • analisi statistiche di natura avanzata (approcci edonici e modelli di econometria spaziale) sui dati rilevati
  • definizione e applicazione di metodologie per la stratificazione dei campioni ordinari (per i segmenti residenziale usato e residenziale nuovo/completamente ristrutturato)
  • definizione e applicazione di una modalità operativa per l’aggiornamento dei valori delle aree edificabili della città di Torino ai fini dell’Imposta Unica Comunale (IUC)
  • attività di analisi e simulazioni volte a sperimentare forme di fiscalità immobiliare e provvedimenti finalizzati all’equità
  • analisi per la detezione dell’impatto degli attributi energetici degli immobili sui processi di formazione dei prezzi di mercato
  • analisi dei nuovi modelli abitativi, in particolare in relazione al segmento degli affitti brevi e temporanei (fenomeno Airbnb e New Urban Tourism)
  • analisi per l’individuazione delle relazioni tra i principali indicatori di vivacità urbana e i prezzi degli immobili

Microzone e valori immobiliari

In questa sezione è possibile consultare i valori immobiliari relativi alle 40 Microzone censuarie della Città di Torino per il segmento residenziale. Tali valori, espressi in €/mq attraverso indicatori statistici (valore medio, valore minimo, valore massimo, deviazione standard e mediana), rappresentano i prezzi unitari di offerta.

I valori immobiliari relativi alle diverse Microzone vengono aggiornati semestralmente. Ultimo aggiornamento valori: II semestre 2018

I valori immobiliari nelle 40 microzone